TRE ANNI DI ANIR. «La ristorazione collettiva è un servizio cruciale per il Paese». A luglio un evento per immaginare il futuro del settore.

Giugno 15, 2023

ANIR Confindustria, l’Associazione nazionale delle imprese della ristorazione collettiva, festeggerà il suo terzo anno di attività, compiuto oggi, dedicando una giornata alla ristorazione collettiva per un  momento  di approfondimento e di riflessione sul futuro del settore. L’11 luglio, presso il Circolo degli Esteri a Roma, alle ore 18:00 ci sarà l’evento “Italia, storie (im)mense. La nuova stagione del cibo pubblico”.

«Trentasei mesi vissuti intensamente» afferma il Presidente di ANIR Confindustria, Lorenzo Mattioli, «considerando che abbiamo attraversato due momenti cruciali come pandemia, lockdown e l’aumento dei prezzi, in particolare del settore alimentare, dovuti all’inflazione e al conflitto russo-ucraino. Eventi che hanno cambiato la percezione del servizio che offriamo e che hanno messo in luce la nostra funzione di servizio pubblico essenziale. Con il nostro evento associativo Nazionale intendiamo fare il punto sul ruolo che possiamo svolgere per inaugurare la nuova stagione del cibo pubblico in Italia. Grazie ad un evento come quello siamo stati in grado di guidare il settore verso i nuovi scenari».

«L’appuntamento del prossimo 11 luglio con “Italia, storie immense”» sostiene il Segretario Generale di ANIR Confindustria, Paolo Valente, «sarà l’occasione per discutere con ospiti d’eccezione del mondo della ristorazione collettiva con Istituzioni, media, imprese e stakeholder. L’obiettivo è quello di affrontare il momento di crisi del settore, dovuto all’aumento dei prezzi, con una nuova prospettiva: l’importanza pubblica del nostro settore in servizi cruciali per il Paese come le scuole e gli ospedali e il grande sostegno che questo settore, ogni giorno, effettua nei confronti della collettività, e delle imprese di tutta la filiera agroalimentare».

«L’importanza del nostro settore» conclude Massimo Piacenti, Presidente designato di ANIR Confindustria, «si evince dai numeri: 120 mila occupati, di cui l’80% donne e con il 25% dei lavoratori e lavoratrici che proviene da Paesi stranieri, con più di 1.000 imprese, che producono circa 1 miliardo di pasti serviti all’anno per un fatturato di 6 miliardi. Si tratta di un settore nevralgico che fornisce molto spesso una risposta di alimentazione corretta a quelle fasce di popolazione che, in un momento di crisi come questo, non riescono a procurarsela tutti i giorni».

Continua la lettura

Febbraio 21, 2024

FABBRICA EUROPA. Piacenti: «Bene intervenire in ambito UE, per garantire gli equilibri economici dei contratti dei servizi»

Febbraio 5, 2024

“Dopo una fase di crisi, sarebbe oggettivo rivedere alcune delle modalità con le quali le gare d’appalto poi vanno nel loro corso del tempo e non tengono conto dei costi aggiuntivi”. Nico Stumpo, Onorevole del Partito Democratico

Febbraio 5, 2024

“Chiediamo fermamente che ci sia una modifica della parte del Codice degli Appalti che prevede una scissione tra la parte dei servizi e la parte relativa alle imprese industriali. Inoltre, importantissima è la revisione dell’Art. 60 che riguarda il criterio di variazione dei prezzi”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

© ANIR Associazione Nazionale Imprese della Ristorazione - CF 96455610582.
Privacy Policy | Cookie Policy

CONTATTI

Viale Pasteur, 6 - 00144 Roma Telefono +39 06 45473001